Sex, Boys and Rock’n’Roll.

Quattro del mattino. Impossibile dormire.

Ora, non so voi ma io quando sono lì nel letto che mi rotolo di continuo nella speranza di prendere sonno, finisco sempre per perdermi in mille pensieri.

Stanotte, in particolare, ripensavo a ieri, al sogno della notte scorsa e a quegli strani istinti di oggi pomeriggio.

CAPITOLO I: Tempismo Imperfetto.

Da un paio di mesi sto frequentando una persona stupenda: è interessante, intelligente, mi fa morire dal ridere, non fa scenate e così via. Per le prime settimane non riuscivo a trovargli un difetto, neanche uno e non mi sembrava possibile. E infatti, come da copione, l’ho trovato: il tempismo. Lui ha il tempismo più imperfetto di questo mondo.

Il fatto che lui dica cose quando non è il momento o che tenda a rispondere a domande critiche come “Pensi che sia ingrassata?” o “Ti piace il mio nuovo tagli di capelli?” sempre nel modo più sbagliato possibile, generalmente mi fa ridere e tanto, la trovo una cosa buffa. Davvero.

Ma c’è un momento in cui il tempismo è tutto: sì parlo proprio di quel momento. Il Momento dei momenti. Bene. Iniziamo.

Ieri sera, dopo cena, sono passata da casa sua, volevo fargli una sorpresa, una di quelle che piacciono agli uomini ma che, tutto sommato, piacciono parecchio anche a me. Reggicalze, calze a rete, tacchi a spillo, completino intimo porco e un’intera notte a disposizione.

Non sono esattamente la persona più romantica di questo mondo e lo sono ancora meno quando sono svestita come una spogliarellista di un qualche sobborgo degradato di periferia. Quella è la mia tenuta da fuoco e fiamme, da denti che mordono carne cruda e sanguinolenta, da mani che tirano i capelli, da unghie che graffiano la schiena, da urla di piacere date dal dolore e, perchè no, da urla di dolore date dal piacere.

Bene, mentre eravamo in piena enfasi ecco il suo tempismo imperfetto. Mi guarda e lo dice: “ti amo”.

No.

No. No. No. Insomma ci sono infiniti momenti in cui poter essere romantici: la mattina a colazione (no, ok, lì sono troppo nervosa e troppo sbronza dalla sera prima), l’alba, il tramonto, il fuoco davanti al camino, il pranzo, il momento del collasso post pranzo sul divano, l’aperitivo, la cena, quel momento incredibilmente rilassante dopo la doccia quando ti asciughi e metti il pigiama. Questi sono momenti carini e, volendo, romantici. Quello, invece, era il momento in cui lui avrebbe dovuto urlare qualcosa del tipo “Oh, Ddddddio!Ti scopo tutta la notte!” o simili. Niente da fare.

Questo mi fa sembrare una persona orribile.

Capitolo II: Oniricamente lesbica.

Rientrata a casa, stanca e sudaticcia, mi sono infilata a letto con un pò di amarezza per quel mancato hardcore in cui avevo sperato. Mi addormento quasi subito. Non so perchè ma io nei sogni (in effetti, anche nella realtà) finisco sempre per fare sesso con i soggetti più sbagliati nelle situazioni più inopportune come: il mio ex dei primi anni al liceo che poi ha scelto che da grande voleva fare il tossico a Berlino (che fa molto Christiane F. …Avrebbe potuto scegliere Edinburgo che avrebbe fatto più trainspotting e, di conseguenza, sarebbe stato anche più eccitante); sesso con due uomini dei quali uno era un perfetto sconosciuto e l’altro era, neanche a dirlo, il Mollusco e infine, ieri notte, il top della gamma, sesso con una donna.

La cosa strana è che quel sogno era estremamente realistico, sembrava realtà. E mi è piaciuto. Da morire.

Il punto non è aver fatto sesso con una donna, il punto è fare rough sex con chiunque appaia nei miei sogni.

Questo mi fa sembrare una troia.

CAPITOLO III: Tempismo piùcheperfetto.

Piove sempre sul bagnato. In piena frustrazione sessule oggi avrei preso a testate i muri. Il mio romantico ragazzo era impegnato con il lavoro e ancora più impegnato dopo cena. Merda.

Mi ero già messa il pigiama quando mi chiama il mio ex “scendi a fumare una sigaretta e a fare due chiacchiere?”.                                                                                                                       Merda. Merda.

È giovedì sera, il che vuol dire che sono sola a casa almeno fino all’una di notte.             Merda. Merda. Merda.

Arriva, mi guarda, mi sorride.

Parliamo di tutto, con leggerezza, con il sorriso, senza quei drammi che ci hanno logorati per anni. Lui inizia con i soliti “Noooo!!Ma ti ricordi quando…” e “Madonna..ma quella volta che…” e io ho continuamente in testa l’immagine di me e lui nudi, un loop incredibile che non la smette di tormentarmi.

Questo mi fa sembrare una persona orribile e una troia.

CAPITOLO IV: Passato, Presente e Futuro.

Alla fine ho resistito. Ho tenuto a freno la mia vagina impazzita. Non l’ho invitato a salire in casa e l’ho salutato con un bacio sulla guancia consapevole di aver fatto la scelta giusta. Una grande scopata con il mio ex storico sarebbe stata una grande cosa in un contesto diverso, se non avessi avuto niente da perdere ma stasera mi sono resa conto di quello che avrei potuto perdere, di chi avrei potuto perdere per un “ti amo” di troppo. Ho scelto di vivere il presemte e di abbandonare il passato. Non posso sapere con chi sarà il mio futuro, nè che tipo di tempismo avrà, l’unica cosa di cui sono sicura è che sarà eternamente incerto perchè a me piace così: senza troppe certezze in modo da tenere sempre viva una sorta di sfida, per vedere se posso ancora farcela, se so ancora cavarmela, se sono sempre forte abbastanza.

Sì, è il classico scherzare con il fuoco ma è più forte di me.

Questo mi fa sembrare una persona punto e basta.

L.

Annunci

Informazioni su shoppingboysandrocknroll

Meglio aggiungere vita ai giorni che giorni alla vita.
Questa voce è stata pubblicata in amore, donne, felicità, ironia, istinto, pensieri, punti di vista, riflessioni, scelte, sesso, tradimento, Uncategorized, uomini, vita e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...